• Settembre

    28

    2023
  • 831
  • 0
Sbalzi di temperatura corporea: cause, effetti sull’organismo e malanni

Sbalzi di temperatura corporea: cause, effetti sull’organismo e malanni

Le variazioni di temperatura e il benessere delle persone

Dal cambio di stagione fino all’utilizzo eccessivo dell’aria condizionata o del riscaldamento, sbalzi di temperatura influiscono sull’organismo e possono essere la causa scatenante di una serie di malanni. In questo breve articolo cercheremo di chiarire le cause e i possibili effetti del cambio repentino dal caldo a freddo e viceversa. Per proteggerti dall’autunno o per qualche suggerimento contro il dolori da climatizzatore, vieni a trovarci in farmacia.

Sbalzi di temperatura: come agiscono sul nostro corpo

I problemi legati agli sbalzi di temperatura

Quando si parla di malanni stagionali o dovuti al climatizzatore, la mente va inevitabilmente al sintomi del raffreddamento. Naso che cola e mal di gola sono piccoli disagi che tutti noi hanno accusato almeno una volta nella vita durante la primavera e l’autunno, oppure in quei periodi in cui si è esposti più del dovuto all’aria condizionata. Allo stesso tempo, sono comuni i problemi articolari come mal di schiena e torcicollo. La variazione della temperatura può, infatti, colpire il nostro corpo in modi diversi.

Il meccanismo di termoregolazione

Alla base delle malattie legate all’apparato respiratorio (raffreddori e faringiti) può esserci la falla del nostro meccanismo di termoregolazione. Questo sistema regola il dispendio energetico del nostro corpo a seconda della temperatura esterna. Tuttavia, se lo sbalzo è troppo rapido e molto consistente, il nostro organismo potrebbe trovare alcune difficoltà a riassettarsi e, dunque, diventa più sensibile.

La mucosa nasale e il mal di gola estivo

Anche la mucosa nasale può risentire dell’aria condizionata. Questa produce il muco che serve per proteggere le vie aeree dagli agenti patogeni. Purtroppo, lo sbalzo termico può irritare la mucosa e compromettere il funzionamento delle cilia alterandone la capacità di trasportare il muco e, quindi, può aumentare il rischio di infezioni. Queste possono estendersi poi alla alla rinofaringe (parete posteriore del naso), all’orofaringe (regione delle tonsille palatine), alla laringe e, in alcuni casi, alla basse vie respiratorie.

I dolori articolari e la temperatura esterna

Come accennato anche mal di schiena, torcicollo e cervicale infiammata possono essere imputati ai fattori climatici. Il meccanismo è intuitivo, le fasce muscolari colpite dal getto d’aria fredda o dai colpi di vento possono finire per infiammarsi e, dunque, diventano fonte di sintomatologia dolorosa.

Per maggiori dettagli e per valutare i prodotti contro i malanni da condizionatore, vieni a trovarci

© Copyright 2021 Farmacia Focaccia Partita IVA:04365431008.
Privacy Policy / Cookies policy / Gestione dei dati personali