• Luglio

    1

    2022
  • 759
  • 0
Allergia ai pollini sintomi e rimedi per lenire i sintomi

Allergia ai pollini sintomi e rimedi per lenire i sintomi

La primavera e l’allergia ai pollini: tutto ciò che devi sapere

Un’allergia è una reazione eccessiva del nostro sistema immunitario esposto a una certa sostanza. In primavera, naso che cola, prurito e starnuti sono all’ordine del giorno per migliaia di persone. Con la fioritura, graminacee, ambrosia e altre specie botaniche possono, infatti, creare non pochi problemi alle persone allergiche. Questa condizione interessa fino al 20% dei soggetti e le sue manifestazioni possono variare di caso in caso. In questo articolo, vogliamo entrare nel merito dell’allergia ai pollini e dei suoi sintomi, delle cause e dei rimedi. Bisogna chiarire che queste poche nozioni non sostituiscono il consulto del medico.

Tutti i sintomi dell’allergia ai pollini e i rischi per la salute

Sintomi comuni dell’allergia ai pollini

Per riconoscere un’allergia occorre sottoporsi a test diagnostici accurati. Tuttavia, molti soggetti incominciano a maturare la consapevolezza di essere allergici una volta di fronte ai primi sintomi. Quando si parla di allergia ai pollini, le reazioni del nostro organismo sono abbastanza chiare. La risposta immunitaria può portare a naso che cola e congestione nasale, prurito e gonfiore agli occhi e/o lacrimazione, starnuti, tosse, prurito al naso, sul palato o in gola, stanchezza e debolezza, riduzione del senso del gusto o dell’olfatto. Come accennato, la severità di queste manifestazioni è variabile da persona a persona.

Allergia ai pollini e rischi per la salute

I sintomi elencati finora sono i più comuni e hanno un’interesse clinico limitato. Tuttavia, è lo stesso Istituto Superiore di Sanità a sottolineare come le reazioni allergiche possano portare a conseguenze importanti per la salute del paziente. In altri termini, per quanto rari, possono manifestarsi anche sintomi più pesanti come l’asma e difficoltà respiratorie severe. Allo stesso tempo, è possibile il verificarsi di uno shock anafilattico, con possibilità di perdita di coscienza e rischio di morte. Lo ripetiamo, queste conseguenze sono molto poco probabili e non c’è motivo di allarmarsi. Tuttavia, non bisogna sottovalutare il problema anche per l’influenza che ha sulla normale vita di tutti i giorni.

Allergia ai pollini: rimedi e cause della risposta immunitaria

Le cause e il consulto medico in caso di allergia

All’origine dell’allergia ai pollini ci sono fattori stagionali. In particolare, il sistema immunitario risponde a polline d’alberi (primavera), pollini di graminacee (estate), polline di erba (estate e autunno), spore di funghi e muffe (estate). I fattori di rischio per sviluppare un’allergia sono diversi fra loro: storia familiare, asma, sesso maschile, nascita durante la stagione del polline, esposizione al fumo di sigaretta durante il primo anno di vita. Ancora una volta, le condizioni ambientali possono attenuare o accrescere la risposta allergica. La pioggia riduce, infatti, il polline presente nell’aria.

I rimedi per attenuare l’allergia ai pollini

Per far fronte all’allergia ai pollini, la cura farmacologica sotto prescrizione medica include antistaminici, corticosteroidi (preparati cortisonici), antagonisti dei leucotrieni e stabilizzatori dei mastociti. Anche i rimedi erboristici e i preparati naturali possono portare beneficio. Ad esempio, sono consigliati gli estratti di Perilla, Ribes nero, Rosa canina e Adatoda. Dei comportamenti di buon senso sono necessari per abbattere l’esposizione al fattore scatenante. Dunque, evita di passeggiare fra i campi, soprattutto dalle 10:00 alle 16:00 quando la concentrazione di pollini nell’aria è superiore.

 

Per maggiori dettagli sull’allergia ai pollini, sui sintomi e sui rimedi, vieni in farmacia e confrontati con lo staff

© Copyright 2021 Farmacia Focaccia Partita IVA:04365431008.
Privacy Policy / Cookies policy / Gestione dei dati personali